CATEGORIE ECOMMERCE
RECINZIONI ITALFROM®

Casette e Case ITALFROM

ATTENZIONE: Javascript deve essere attivo per il corretto funzionamento del sito

DURANTE IL MESE DI AGOSTO LE SPEDIZIONI AVVERRANNO REGOLARMENTE MA POTREBBERO SUBIRE LEGGERI RITARDI NELLA CONSEGNA DOVUTI AI CORRIERI


ROTOLO 50mt -RETE METALLICA PARAMASSI A DOPPIA TORSIONE-FORTE ZINCATURA- H 200 cm

Codice 4329
Peso 175.0 Kg
Prezzo € 449,00
CONSEGNA 3/4 GG -GRATUITA
Quantità Pz

Rete paramassi doppia torsione / MAGLIA: cm 6X8  /  FILO: mm2,7  /  PESO mq: 1,75 Kg  
Le reti metalliche a doppia torsione, confezionate in rotoli, consentono di realizzare interventi di rivestimento di pendici rocciose per la protezione di centri abitati o di infrastrutture. Infatti da sole vengono impiegate per la realizzazione di interventi di tipo passivo mentre, in combinazione con funi in acciaio ed ancoraggi, realizzano un efficace sistema di rafforzamento corticale in tutte quelle situazioni dove occorre impedire il distacco di elementi lapidei di varia dimensione.
La rete stesa si adatta a qualsiasi profilo roccioso rendendo anche possibile l’inerbimento della superficie interessata mediante tecniche di ingegneria naturalistica. Nella fase di posa in opera si provvede preventivamente alla pulizia del pendio da arbusti e da massi pericolanti, ponendo attenzione a preservare alberi di importanza paesaggistica; quindi si sbobinano i rotoli dal basso verso l’alto con una gru o in alternativa con appositi mezzi di sollevamento portati in sommità, per poi essere srotolati con caduta frenata e controllata. Dopo la stesa si provvede a picchettare i teli ed a predisporre degli opportuni ancoraggi nel terreno.
In sommità si prevede la sovrapposizione di almeno mezzo metro di rete per aumentare la resistenza ai picchetti o alla fune di acciaio che funge da bordatura superiore. I teli adiacenti vengono sovrapposti l’uno all’altro e quindi legati con punti metallici o con filo zincato. lsiasi profilo roccioso rendendo anche possibile l’inerbimento della superficie interessata mediante tecniche di ingegneria naturalistica.
Nella fase di posa in opera si provvede preventivamente alla pulizia del pendio da arbusti e da massi pericolanti, ponendo attenzione a preservare alberi di importanza paesaggistica; quindi si sbobinano i rotoli dal basso verso l’alto con una gru o in alternativa con appositi mezzi di sollevamento portati in sommità, per poi essere srotolati con caduta frenata e controllata. Dopo la stesa si provvede a picchettare i teli ed a predisporre degli opportuni ancoraggi nel terreno.
In sommità si prevede la sovrapposizione di almeno mezzo metro di rete per aumentare la resistenza ai picchetti o alla fune di acciaio che funge da bordatura superiore. I teli adiacenti vengono sovrapposti l’uno all’altro e quindi legati con punti metallici o con filo zincato.








TRADUCI PAGINA











SOPPALCHI







Italfrom - P.IVA 02645280641 - info@italfrom.com - Cookie e Privacy